Vinyasa Basics: Chaturanga Dandasana

Chaturanga dandasana (posizione del bastone a terra): uno dei mie asana preferiti. Nelle posture apparentemente più semplici possiamo testare in sicurezza le nostre capacità, verificare a che punto siamo nella nostra pratica, analizzare i nostri punti deboli e lavorare per migliorarci.
In Chaturanga, come in tutti gli asana, i piedi (in sanscrito, pada) e le mani (hasta) sono fondamentali per distribuire correttamente il peso del nostro corpo. I piedi e le mani sono in questa postura i nostri punti di contatto con il terreno. Le dita dei piedi sono ben aperte, la pianta del piede elastica, i talloni puntati verso la parete. Le dita delle mani devono essere attive, i palmi spingono il terreno lontano da noi. I gomiti sono a contatto con le costole, le scapole tendono ad avvicinarsi. I quadricipiti sono attivi, così come gli addominali. A me piace pensare di spingere l’ombelico verso la colonna vertebrale, in modo da concentrare il respiro nella cassa toracica. Sosto in questa posizione per 5, dieci profondi respiri. Vi invito a provare! Se sentite di non essere ancora pronti per resistere così a lungo (si, all’inizio anche 5 respiri sono molti!), appoggiate ginocchia, petto e mento a terra e riprendete la posizione dopo aver recuperato, e quando sarete certi di riuscire a mantenere i gomiti aderenti al corpo.
Chaturanga è una posizione eccezionale per tonificare l’addome e sostenere gli organi interni. Spesso trascurata perché parte integrante dei Vinyasa, è un modo eccellente per costruire la forza necessaria ai jump back – jump through. Imparare ad essere allineati con il terreno si rivela poi un alleato indispensabile nella costruzione delle inversioni, dove troveremo con più facilità l’equilibrio. Vi invito a praticarla spesso, per assaporarne i benefici!
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.